Le aziende italiane fanno da sempre dell’eccellenza della produzione il proprio vanto davanti al mondo. E questo vale non solo per le produzioni pesanti ma per tutte le produzioni in generale, tanto che il concetto di “qualità italiana” si è andato estendendo anche al design, ai servizi e all’essere italiano e “made in Italy” in generale.

Le ragioni della forza della nostra produzione sono storiche. E per fortuna continuano ad essere valide anche in epoche di flessioni degli indici di crescita come quella attuale.

Una delle ragioni dell’eccellenza è sicuramente la predisposizione agli investimenti degli imprenditori italiani nella produzione. Non sempre i volumi degli investimenti nel nostro paese si mantengono alti su tutti i fronti mentre è arcinota l’inclinazione tutta nostrana a non lesinare le spese in macchinari, strumenti di produzione e sistemi informatici dedicati a gestirli.

Proprio gli investimenti in CRP, o Capacity Resource Planning, possono essere usati dagli imprenditori come armi infallibili per aumentare il loro business anche in tempi di crescita stagnante come quelli attuali.

Ecco 5 modi per usare la Produzione, il CRP ed i sistemi MES (Manufacturing Execution Systems) come leve strategiche e per crescere di più.

  1. Puntare su livelli eccellenti di servizio per clienti strategici
    Il CRP o Capacity Resource Planning serve ad assicurare la massima efficienza nella gestione delle risorse di produzione, che siano esse macchine o risorse umane. I Sistemi CRP o Capacity Resource Planning riescono dunque a disciplinare le priorità nell’esecuzione degli ordini di produzione in presenza di vincoli specifici che possono essere assegnati a clienti strategici. Anche un piccolo cambiamento nella disponibilità delle risorse può essere gestito in modo che non ci siano cali dei livelli di servizio sui clienti definiti come assolutamente prioritari per l’azienda.
  2. Battere i competitor sui prezzi grazie all’efficienza della produzione
    Un’altra caratteristica dei Sistemi CRP o Capacity Resource Planning
    è la loro capacità di monitorare il livello di saturazione delle risorse e di mettere in evidenza i punti di non saturazione o di eccessiva non saturazione di risorse specifiche, evidenziando le perdite economiche in sofferenza. Questo conduce ad un aumento della capacità dell’azienda di fare efficienza e quindi di spuntare livelli di marginalità elevati anche a fronte di prezzi estremamente competitivi.
  3. Mantenere alti livelli di soddisfazione su vaste platee di clienti
    Non sempre è possibile dare priorità a tanti clienti contemporaneamente in modo da rispettare
    sempre i livelli di servizio richiesti. Ecco dunque che con i Sistemi CRP o Capacity Resource Planning è possibile aumentare la platea dei clienti al massimo livello di servizio o a livelli di servizio quasi massimi, imponendo caso per caso livelli di priorità, vincoli specifici ed eccezioni.

La saturazione delle risorse inoltre, può essere soggetta a carichi importanti in periodi specifici del ciclo produttivo. La prevenzione degli errori e delle anomalie che tali carichi possono causare aiuta a mantenere elevato il livello di soddisfazione medio complessivo.

  1. Gestire lo sviluppo delle Risorse Umane mantenendo un livello di saturazione sano
    I livelli di saturazione “corretti” delle diverse risorse possono essere definiti in modo teorico considerando per ciascuna  di esse
    le necessità di formazione, di riposo, di assenza e di tutti i carichi ed impegni assegnati al di là dei compiti produttivi diretti.
  2. Indirizzare gli investimenti sulle risorse produttive in modo razionale
    I Sistemi CRP o Capacity Resource Planning consentono di evidenziare
    in anticipo le risorse produttive che sono stabilmente in saturazione o la cui saturazione aumenta costantemente. Ciò permette di guidare le decisioni dell’imprenditore sulle aree che necessitano di nuovi investimenti e di non affidarsi a sensazioni non razionalizzate o basate su informazioni incomplete.

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]